Home   /   Faq

Faq

CURIT | Catasto Unico Regionale Impianti Termici

PERCHÉ DEVO FARE LA MANUTENZIONE DELLA MIA CALDAIA?

La manutenzione della caldaia oltre ad essere un obbligo di legge, è un’operazione che:
• garantisce la sicurezza degli ambienti domestici
• favorisce un risparmio energetico ed economico
• riduce le emissioni inquinanti.

CI SONO DELLE SANZIONI PER MANCATA MANUTENZIONE?

Il responsabile dell’impianto, l’amministratore del condominio, o l’eventuale terzo che se ne è assunto la responsabilità, che non ottempera a quanto stabilito dell’articolo 7, comma 1 del D.Lgs. 192/05 e ss.mm.ii. (effettuazione delle operazioni di controllo e manutenzione), è punito con la sanzione amministrativa non inferiore a Euro 500,00 e non superiore a Euro 3.000,00

LA DAM, DICHIARAZIONE DI AVVENUTA MANUTENZIONE, HA UNA SCADENZA? QUANTO DURA?

La DAM, dichiarazione di avvenuta manutenzione, ha la durata di due stagioni termiche.
L’inizio della stagione termica è previsto il 1 agosto di ogni anno e termina il 31 luglio dell’anno successivo. La validità della DAM decorre sempre dal 1 agosto successivo alla data in cui è stata fatta la manutenzione.

OGNI QUANTO VA PAGATO IL CONTRIBUTO?

Il contributo va pagato ogni due anni. Nel caso di manutenzioni intermedie (ad esempio impianti su cui viene fatta la manutenzione annualmente) i contributi non sono dovuti.

A QUANTO AMMONTA IL CONTRIBUTO REGIONALE?

Il contributo regionale è calcolato sulla base della potenza complessiva dell’impianto ed è pari a quanto indicato nella tabella sottostante:

POTENZA CONTRIBUTO IN €
Potenza inferiore a 35 kW 1,00
Potenza 35-50 kW 1,50
Potenza 50,1-116,3 kW 3,50
Potenza 116,4 – 350 kW 10,00

 

A QUANTO AMMONTA IL CONTRIBUTO PER LA DICHIARAZIONE DI AVVENUTA MANUTENZIONE?

Il contributo per l’Ente Locale è calcolato sulla base della potenza complessiva dell’impianto. Tale contributo è identico per tutti gli Enti Locali competenti è pari a quanto indicato nella tabella sottostante:

POTENZA CONTRIBUTO IN €
Potenza inferiore a 35 kW 7,00
Potenza 35-50 kW 14,00
Potenza 50,1-116,3 kW 80,00
Potenza 116,4 – 350 kW 140,00
Potenza maggiore di 350 kW 190,00

COSA SIGNIFICA INSERIRE LA MANUTENZIONE DELLA CALDAIA NEL CATASTO CURIT?

I manutentori al termine dell’attività di manutenzione devono registrarne gli esiti nel catasto Curit.
A tale operazione corrisponde il pagamento dei contributi per Regione Lombardia e Ente locale competente

QUALI SONO LE SANZIONI PER MANCATA EFFETTUAZIONE E TRASMISSIONE DEI DATI DELLA MANUTENZIONE DELLA CALDAIA AL CATASTO CURIT?

Per mancata effettuazione della certificazione della caldaia si intende il verificarsi di tutte quelle condizioni che non permettono al manutentore di inviare e accatastare la documentazione obbligatoria: mancato pagamento dei contributi previsti, mancata comunicazione del codice fiscale, dei dati catastali, dei consumi etc.
L’utente quindi incorre nella sanzione amministrativa da € 50,00 a € 300,00. [vedi punto 23 lettera v) della Delibera di Giunta Regionale
20 dicembre 2013 n. X/1118.

F-GAS | Gas Fluorurati - Registro Nazionale

CHE COS’È LA DICHIARAZIONE F-GAS E COME SI TRASMETTE ALL’ISPRA?

La Dichiarazione F-Gas è una comunicazione annuale, contenente informazioni riguardanti la quantità di emissioni in atmosfera di gas fluorurati per le apparecchiature fisse di refrigerazione, condizionamento, pompe di calore ed impianti fissi antincendio con una carica di refrigerante pari o superiore ai 3 kg; essa deve essere inoltrata all’ISPRA, attraverso il portale Sinanet entro il 31 maggio di ogni anno. Pertanto, dal 1 gennaio 2017 il limite non è più espresso in Kg di gas contenuto, ma in tonnellate di CO2 equivalenti e l’obbligo di verifica scatterà per le  apparecchiature contenenti gas fluorurati a effetto serra in quantità pari o superiori a 5 tonnellate di CO2 equivalenti, 10 tonnellate se ermeticamente sigillate ed etichettate come tali, non più per il peso di F-gas contenuto effettivamente.

QUALI SONO LE APPARECCHIATURE OGGETTO DELLA DICHIARAZIONE F-GAS?

Ai fini della dichiarazione le apparecchiature e sistemi considerati sono FISSI (cioè non in movimento durante il loro funzionamento) e appartengono alle seguenti tipologie:
• refrigerazione (cioè raffreddamento di spazi di immagazzinamento o di prodotti al di sotto della temperatura ambiente; sono inclusi anche gli scambiatori di calore industriali);
• condizionamento dell’aria (raffreddare e/o controllare la temperatura dell’aria in ambienti confinati mantenendola ad un determinato livello);
• pompe di calore (estraggono energia dall’ambiente o da una fonte di calore di scarto per fornire calore utile, tipicamente sono apparecchiature ermeticamente sigillate);
• sistemi di protezione antincendio (installati in risposta ad un rischio di incendio specifico in uno spazio definito).

LA DICHIARAZIONE F-GAS VA TRASMESSA EX NOVO OGNI ANNO, ANCHE SE NON CI SONO MODIFICHE RISPETTO ALLA DICHIARAZIONE TRASMESSA L’ANNO PRECEDENTE?

La Dichiarazione F-Gas va presentata ogni anno, entro il 31 maggio, anche in assenza di modifiche o interventi sulle apparecchiature.
Non si tratta quindi di aggiornare la Dichiarazione trasmessa l’anno precedente, ma di compilarne una nuova.

COMPILA IL FORM
PER RICHIEDERE
UN PREVENTIVO
O UN SOPRALLUOGO
GRATUITI

OPPURE CONTATTA
UN NOSTRO
RESPONSABILE ALLO
035.539.639

Autorizzo il trattamento dei dati ai sensi del D.Lgs. 196/2003. Dichiaro di aver letto l’informativa sulla Privacy.

Scroll Up